Visitare le Marche: una regione incantevole

Ci sono molte guide sulle Marche, e tutte ottime, ma un contributo importante per comprendere questa splendida regione e sapere esattamente come fare e dove andare per visitare le Marche viene da Marche Country Homes, curato da marchigiani DOC per illustrare anzitutto i suoi abitanti: gente cordiale e riservata, a tratti chiusa forse, ma sempre generosa e con un grande cuore. I marchigiani sono gente onesta e di poche parole, semplici e allegri ma anche abituati a lavorare. Quasi mai «caciaroni», quando vedono un’ingiustizia s’infiammano come pochi: non a caso Ancona fu per molto tempo, lo scorso secolo, la patria degli anarchici per eccellenza. Joyce Lussu, artista italo inglese del Novecento che visse nelle Marche, scrisse: «Sherlock Holmes, anarchici e siluri».

Una perla di questa zona è data da Porto Recanati: un comune di circa 12.000 abitanti in provincia di Macerata. La sua più grande peculiarità? È affacciato proprio sul mare ed è il comune costiero più a nord di questa provincia. Situato nei pressi del Monte Conero e prevalentemente pianeggiante, vanta coste rocciose e ampi fondali, nonché una passato arcaico che pare risalire ai tempi dell’Età del Bronzo. Oltre a godere del bellissimo panorama e degli effetti benefici che l’aria di mare indubbiamente ha sul corpo e sulla mente, chi passa per Porto Recanati non può non rendersi conto immediatamente del forte legame tra la cittadina e la sua risorsa economica più grande: la pesca. La pesca è stata per secoli la principale fonte di sostentamento della comunità e, anche se oggigiorno non è più l’unica, è rimasta sempre forte e presente. Inoltre, ancora oggi, la tradizione culinaria portorecanatese è fortemente caratterizzata da questo elemento e lo testimonia il suo piatto tradizionale per eccellenza: il brodetto.

Il brodetto di Porto Recanati fa parte della cerchia delle quattro ricette classiche del brodetto marchigiano (insieme a Fano, Ancona e San Benedetto del Tronto). Nata come piatto povero tipico delle giornate passate dai marinai in mezzo al mare, è una zuppa di pesce che è stata arricchita nel tempo con pescato di eccellenza: molluschi, crostacei e pesce bianco. Il tocco magico, che la rende una zuppa differente dalle altre, è la presenza di zafferanella, un tipico zafferano selvatico presente nelle zone del Conero, e l’assenza totale di pomodoro nella preparazione. Al brodetto, Porto Recanati dedica un’intera settimana con la manifestazione «La settimana del brodetto» (organizzata ogni anno a giugno, durante la prima settimana del mese), alla quale vale sicuramente la pena di partecipare per assaggiare le ricette più gustose di questa pietanza.