Le ricette migliori per scoprire il Veneto

Il Veneto è la regione del fegato con le cipolle e delle sarde con l’uvetta. Due fra le ricette più tradizionali della cucina veneta sono il fegato alla veneziana e le sarde in saòr. È la terra del baccalà mantecato, di una saporita e densa minestra che nel tempo diventa un risotto ‘all’onda’ il risi e bisi e della pasta e fagioli preparata con i fagioli di Lamon. La cucina veneta è fatta anche di ricette ricche e sostanziose con la polenta, salsicce e i pesci. E il radicchio di Treviso, di Castelfranco e di Chioggia spicca fra le verdure e nelle ricette a basso contenuto calorico come il radicchio di Treviso sulla brace o in contorni più sostanziosi, con la pancetta oppure fritto.
Il vino più famoso è l’Amarone rosso, solenne e vellutato e per alzare i calici in un brindisi c’è il Prosecco della Valdobbiadene. E per chi non lo sapesse il tiramisù è di origine veneta.

Il merluzzo alla vicentina, come è facile intuire, è una ricetta tradizionale veneta, in particolare della provincia di Vicenza.

Come nella maggior parte delle ricette venete l’ingrediente principale non è il baccalà, ma lo stoccafisso. L’inghippo, se così vogliamo definirlo, nasce dal fatto che in Veneto ci si riferisce al “baccalà” intendendo lo stoccafisso, ovvero merluzzo essiccato.

La ricetta non è delle più leggere, abbiamo infatti circa 760 calorie per porzione, ma la sua bontà ripagherà questo strappo alla dieta.

Nella nostra versione completeremo la cottura in forno.

Affetta finemente le cipolle e soffriggile in un tegamino con un bicchiere d’olio; aggiungi le sarde sotto sale, che avrai prima tagliato a pezzetti.

Per ultimo, a fuoco spento, unisci il prezzemolo tritato. Irrora i vari pezzi di stoccafisso con il soffritto preparato e passali nella farina. Versa qualche cucchiaiata di soffritto in un tegame di cotto o alluminio, oppure in una pirofila, e disponi uno accanto all’altro i pezzi di pesce.

Ricopri il tutto con il resto del soffritto aggiungendo anche il latte, il grana grattugiato, il sale e il pepe.

Unisci l’olio fino a ricoprire tutti i pezzi livellandoli.

Cucina a fuoco molto dolce o in forno ventilato per circa 2 ore. Ogni tanto muovi il recipiente in senso rotatorio, evitando di mescolare.