Dove gustare le ostriche migliori (e non solo)

Le ostriche francesi si consumano meglio nel periodo da settembre a marzo. Dato che questo ci dà solo sei mesi per assaporare le ostriche più cremose, non abbiamo scuse per non cercare il meglio. I francesi tengono le ostriche in modo simile al vino, dove il luogo di origine delle ostriche determina la loro qualità. Tuttavia, c’è un’eccezione: le ostriche Gillardeau Spéciale, il marchio francese di ostriche di fama internazionale. Gillardeau non è un luogo, ma piuttosto il cognome di una famiglia francese, famosa per la coltivazione di ostriche. Sebbene sia relativamente raro nominare un’ostrica come il coltivatore, le ostriche Gillardeau sono così morbide e morbide, con persino un retrogusto nocciola, che sono classificate tra le prime tre ostriche premium della Francia.

Il profumo dell’acqua di mare esce dal guscio aperto. Morbido e gommoso, lascia un gusto rinfrescante di nocciola al palato. Scopri la gioia di mangiare ostriche. Dove? Semplice.

Questo è infatti un must della cucina di pesce, che troverai in ampia misura da Alex, punto di riferimento nel settore ristorantI Lecce pesce. Anche per il 2019, Alex Ristorante conferma “il cappello” attribuitogli dalla Guida dell’Espresso. Giorno dopo giorno lo staff cerca di migliorarsi sempre più per raggiungere un unico obiettivo: stupire e soddisfare i clienti.

Alessandra Civilla, talentuosa Chef salentina, coltiva la sua passione per la cucina sin dall’infanzia. Per i suoi piatti trae ispirazione dalla tradizione, dai ricordi di famiglia: “la pasta fatta in casa, il pane al forno di pietra”. Dedizione, studio e sperimentazione sono i suoi compagni di viaggio verso quel sogno chiamato cucina. “La vera bellezza è quando si riesce a trovare il giusto equilibrio
nel piatto e nel sorriso del commensale”, dichiara Alessandra sul sito.

Tra le principali offerte del menu, oltre alle Ostriche francesi Gillardeau, anche Selezione di crudo della Chef, Ceviche di pescato con lime, tabasco e anelli di cipolla di Tropea, tonno affumicato con estratto di melograno, Pescatrice con fave montate, pomodorini confit, olive nere e capperi, Salmone affumicato Coda Nera con burro e crostini grigliati e Capesante scottate, con vellutata di patate e panura tostata.